M.A.R.E. 2022

Ciao a tutti!
Siamo molto contenti ed emozionati di presentare finalmente i volontari della 10° edizione del progetto M.A.R.E.! Quest’anno è molto speciale per noi non solo per il nostro viaggio decennale, ma anche perché la nostra famiglia ha raggiunto il suo 100° membro!

Essere qui è stato fantastico per tutti noi! Esplorare la regione, conoscere tutti quelli che sono coinvolti in quest’avventura e partecipare alle attività del progetto. Questo è solo l’inizio per tutti noi, quindi restate sintonizzati per saperne di più! Per ora, però, questa è la nostra presentazione ufficiale a tutti voi!

Andrea Ivančić, Croazia

Andrea

Buongiorno!
Sono Andrea dalla Croazia! Mi sono laureata in ecologia e protezione della natura. Sono una persona estroversa e allegra a cui piace incontrare nuove persone e imparare cose nuove. Amo le nuove sfide, viaggiare e mangiare del buon cibo. Ho un grande amore per gli oceani e gli animali marini. Credo che questi siano gli organismi a cui l’umanità presta meno attenzione, quindi ho deciso di educare le persone sia nella mia comunità locale che ovunque la strada mi porta. Ora sono qui, in Italia, e voglio esplorare il più possibile. Assapora il famoso cibo italiano, esplora la biodiversità marina, acquisire familiarità con il monitoraggio delle tartarughe, fare una passeggiata su tutte le montagne… Posso dire che, anche solo dopo un mese, fare un volontariato in un altro paese arricchirebbe la tua vita con nuove amicizie, bei ricordi e un senso di soddisfazione quindi lo consiglierei a tutti. La nuova squadra nel Progetto M.A.R.E. è più che mai determinata a fare un cambiamento!

Xenia Symeonidou,  Grecia

Xenia

Ciaooo! Mi chiamo Xeni Symeonidou, ma tutti mi chiamano Xenia. Ho 24 anni e sono greca! Abito a Salonicco, la seconda città più grande della Grecia, nota per la sua bella atmosfera e le persone. Ho studiato biologia all’Università Aristotele di Salonicco e sono molto interessata alla biologia marina in particolare. Crescendo sono sempre stata vicino al mare e durante l’estate la mia vita quotidiana ruotava intorno all’acqua e alla sua esplorazione! Questo è anche il motivo principale per cui ho deciso di candidarmi per questo progetto. Project M.A.R.E. non è solo l’occasione perfetta per testare i miei limiti e conoscere meglio l’ambiente marino del Mediterraneo, ma anche per capire come viene gestita e conservata tale Area Marina Protetta. Inoltre, sono qui per cercare di capirmi di più e per vedere quale sarà il mio prossimo passo. Vivere in modo comunitario con così tante persone diverse intorno a me con le loro esperienze e stili di vita unici, è così educante e illuminante per me. Avere la possibilità di immergermi, vedere una schiusa o (si spera) il processo di nidificazione di una tartaruga e saperne di più sulla cultura, i miti e la storia italiani è ciò che non vedo l’ora di più! Conoscersi, esplorare insieme questa bellissima regione d’Italia e condividere questo progetto con loro sono i modi migliori per ampliare anche i miei orizzonti personali. Dopotutto, questo progetto non è solo un’esperienza di volontariato per me, è un’opportunità per imparare e uscire dalla mia zona di comfort! Sono così grata di essere qui e così emozionata per i momenti che andiamo a vivere!

Anäs Zïna, Tunisia

Tutti salutano il nuovo ninja marino, quest’uomo viene da un luogo bello e turistico. Questo posto è piccolo sulla mappa ma è grande e ricco di storia. Questo paese è la Tunisia 🇹🇳. Vivo esattamente a Monastir, un piccolo posto sulla costa. Sono Anas Zina, il nuovo volontario del progetto M.A.R.E. 2022, ho 25 anni. Ho già finito i miei studi sulla biotecnologia marina e l’imprenditorialità. Sto cercando di finire il mio progetto di fine. Sono qui nel progetto M.A.R.E. perché la biodiversità, la conservazione mi interessano e anche per proteggere le aree marine. Ho lavorato un po’ in Tunisia con un’associazione, quindi so come aiutare a proteggere l’Area Marina Protetta di Punta Campanella. Voglio dire che sono un amico del mare perché posso condividere con lui le mie sconfitte, mi ascolta sempre e cerca di rilassarmi. Poi, sono davvero fan dell’Italia e della cultura degli italiani, del loro cibo, della loro moda ma anche della loro squadra di calcio.
Sono qui per vivere un’altra esperienza e sfidare me stesso allo stesso tempo. Sono sicuro che sarà perfetto. Sono pronto per l’esperienza!
💪🏻

Ons Benzarti, Tunisia

Ons

Mi chiamo Ons Benzarti, ho 24 anni, sono tunisina, sono nata e cresciuta sulla costa di Monastir, questo spiega la mia ammirazione per il mare. Infatti, fin da bambino il mare mi sembrava un mistero che ho sempre sognato di esplorare, cosa c’è sotto la sua superficie e oltre. Quello che sento è che il mare è il mio posto, mi immergo nel blu dove ho imparato a perdermi nel caos dei miei pensieri e a fare surf sull’onda dei miei sogni. Sono una futura biologa marina, ecologista e sono qui per saperne di più, scoprire nuove culture, sfidare me stessa e godermi questa esperienza di volontariato!

Pedro Ribeiro,  Portogallo

Olá a todos! Sono Pedro Ribeiro e vengo dall’Oceano Atlantico al Mar Mediterraneo per scoprire nuove culture, nuovi amici, un nuovo luogo, per essere coinvolto in attività marine, per comunicare e per divertirmi facendo ciò che amo davvero. Sono portoghese e vi invito a visitare la terra delle onde giganti, del vino/cibo e di tutta la storia che c’è dietro ogni luogo. Ho 26 anni e ho completato il mio master in biologia applicata alla fine dell’anno scorso in un progetto sull’impatto delle microplastiche. In precedenza ho lavorato su temi legati a cinghiali, cervi e coleotteri, ma l’oceano continua a chiamarmi ogni volta. Il mio obiettivo è lavorare il più possibile nella conservazione marina e imparare di più su questo campo. Questa esperienza in Italia mi rende molto felice, perché mi permette di crescere come persona e come professionista. Avere il privilegio di incontrare così tante persone interessanti è fantastico e sono molto grato di essere qui. Devo ringraziare tutti coloro che permettono che questo accada e quelli che mi accompagnano in questo processo.

Yens Vandenboer, Belgio

Ciao! Mi chiamo Yens Vandenboer. Ho 25 anni e sono belga di Lommel. Fin dalla mia prima esperienza di volontariato in una riserva naturale sudafricana, lavorare nella conservazione è stato il mio sogno. Dopo, mentre imparavo a fare immersioni nelle barriere coralline dell’Indonesia, mi sono innamorato della bellezza della vita sott’acqua. Queste due passioni ritrovate sono ciò che mi ha motivato a fare un master in ecologia e conservazione marina. Dopo, ho lavorato come barista mentre facevo domande per un lavoro sul campo per due anni. Quindi, quando sono stato accettato nel progetto M.A.R.E. sono stato molto felice di avere finalmente l’opportunità di contribuire alla conservazione marina. Spero di acquisire esperienza nella comunicazione e nelle attività di sensibilizzazione mentre imparo quello che posso sul funzionamento di un’area marina protetta e sugli aspetti pratici coinvolti nella conservazione marina. Dopo due anni senza il mare, non vedo l’ora di tornare in mare e scoprire le bellezze che si trovano nell’AMP di Punta Campanella. Se quest’estate mi cercate, probabilmente mi troverete ad andare in kayak o fare snorkeling ed esplorare il paesaggio sottomarino della baia di Ieranto.

Mahdi Tounakti, Tunisia

Aaslema, mi chiamo Mahdi e vengo dal sud del Mediterraneo. Sono nato nella capitale della Tunisia, la bellissima città di Tunisi, ed è la prima volta che viaggio fuori dal mio paese. Mi sono laureato presso l’università di Tunisi el Manar con una laurea in valuta, finanza e attività bancarie, seguita da un master in analisi e politica economiche. Crescendo sono sempre stato vicino al mare e durante l’estate passavo ore sotto il sole a esplorare le lunghe e bellissime spiaggie di sabbia e il bellissimo mare. Di solito sono un finanziere, ma ultimamente sono appassionato di natura e trovarmi qui nel sud Italia per il progetto M.A.R.E. è un’opportunità perfetta per imparare di più sulle scienze naturali, soprattutto sul mare. Mi sento molto fortunato ad essere qui in questo ambiente, in compagnia di biologi, perché questo mi dà l’opportunità di guardare il mondo con uno sguardo diverso, e devo dire che sto amando questa parte dell’esperienza. Vivere in questo spazio multiculturale è un’occasione meravigliosa per scoprire persone diverse, il loro stile di vita, le loro abitudini e tutto su di loro. Essere qui è un’esperienza unica per conoscere meglio la cultura italiana, dalla storia all’arte, dalla gente al cibo, ma anche per esplorare la bellissima terra del sud del paese. Questo progetto è molto più che un volontariato, perché può essere un’esperienza arricchente per me, per imparare di più. Quindi, sono grato e sono entusiasto di essere qui con queste belle persone durante questa bellissima opportunità.

Paul Descoeur, France

Ciao! Mi chiamo
Paul, sono francese e ho 24 anni. Vengo dal Massiccio Centrale e ho studiato scienze politiche ma anche storia a Strasburgo ma sono anche appassionato di linguaggi, arte e patrimonio naturale come storico.

Da bambino guardo la natura con occhi spalancati e mi piacerebbe lavorare nell’ambito della conservazione del patrimonio storico ma anche naturale, in un approccio sostenibile. Ecco perché, dopo la fine dei miei studi, ho voluto fare qualcosa che ha senso e può essere utile: infatti volevo da un pezzo aiutare il progetto M.A.R.E., sperando potere essere utile con il mio sguardo creativo, le mie conoscenze in italiano e la passione che coltivo quando m’impegno in un’attività che mi interessa.
In questo momento, quello che mi interessa di più è di poter trasmettere sapere e fare uno scambio intorno al patrimonio inestimabile del parco di Punta Campanella, perché è importantissimo per far vivere questo luogo d’interesse, pieno di ricchezze naturali e culturali.
Un luogo che vale la pena di proteggere, con la partecipazione dei locali ma anche dei visitatori, una goccia nel mar Mediterraneo ma una goccia preziosissima.

Quest’estate potete
incontrarmi schizzando sulla riva o scrivendo un poema nella baia di Ieranto, con molto entusiasmo per saperne di più, per aiutare concretamente a proteggere le ricchezze di questa natura unica, ma anche ampliare la mia visione del mondo.

Claudia Gaspar García,  Spania

Ciao! Mi chiamo Claudia e vengo da Barcellona. Sono un’ecologista marina che non vede l’ora di esplorare la biodiversità della costa sorrentina, di essere coinvolta nella nidificazione delle tartarughe e di aiutare il parco nella conservazione delle praterie di posidonia che si trovano nella baia di Ieranto! Ho studiato biologia in Spagna e successivamente ho fatto un master Erasmus Mundus sull’ambiente e le risorse marine, che mi ha dato l’opportunità di vivere in diversi paesi europei e di conoscere culture diverse condividendo classi con persone dal mondo intero. Partecipare al progetto M.A.R.E. mi permette di continuare a divertirmi incontrando nuove persone e imparando a conoscere culture diverse. Ora vivo in Campania, una regione ricca di paesaggi meravigliosi e di cultura, miti e storia, anche se è la prima volta che vivo in Italia, mi sento come a casa. Il progetto M.A.R.E. è diventato molto presto un sogno che si è avverato, perché oltre a permettermi di lavorare nella mia passione e a insegnarmi tante cose nuove, mi ha permesso di conoscere persone fantastiche, con le quali non vedo l’ora di trascorrere i mesi successivi. La squadra della decima edizione è forte e non vede l’ora di iniziare l’avventura!

Olivier Rikir, Belgio

Olivier

Ciao a tutti! Dalla bucolica località di Stembert, in Belgio, ecco un nuovo volontario del Progetto M.A.R.E. Mi chiamo Olivier e ho 29 anni. Fin dall’infanzia ho sempre sentito un forte legame con l’ambiente che mi circonda e con i suoi abitanti. Se ci penso, i miei ricordi più belli sono quelli in cui passavo ore a giocare e a scoprire i campi o i boschi, osservando ciò che mi circondava e godendo della pace del luogo.
Affascinato dalle lingue e dalla comunicazione interpersonale, ho studiato lingue e letteratura francese e romana a Liegi. Dopo una licenza in lingue, ho conseguito un’altra licenza in didattica e pedagogia prima di diventare insegnante per due anni. Oggi sto aprendo un nuovo capitolo della mia vita, seguendo un desiderio urgente di dedicarmi alla conservazione dell’ambiente che ci circonda.

Partecipare al progetto M.A.R.E è un’opportunità entusiasmante, perché potrò imparare molto sulla conservazione dell’ambiente marino, sul funzionamento di un’area marina protetta, stando a contatto con le popolazioni locali e mettendo a frutto le mie capacità comunicative per una causa davvero importante. Sono anche molto entusiasta di conoscere meglio la cultura italiana e di vivere in Italia, la culla dell’Europa occidentale.
Non vedo l’ora di vivere questo viaggio, condividendolo ogni giorno con persone che la pensano come me, nella buona e nella cattiva sorte, per crescere insieme come cittadini responsabili del mondo. Come dicono alcuni, dobbiamo essere il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo.