Posidonia oceanica

La Posidonia oceanica è la specie più protetta del parco marino. È una pianta, perciò è composta di radici, fogli, fiori e frutti, caratteristiche non molto facili da vedere sotto acqua. Tutto questo contribuisce ai suoi ruoli speciali nell’ecosistema marino, che sono i seguenti:

  • Prevenisce l’erosione del fondale, dato che le sue radici mantengono forte la sabbia;
  • È un rifugio e un posto di nidificazione per varie specie di pesce e molluschi;
  • Nella superficie dei suoi fogli diversi microrganismi prosperano, che tra tutte le sue funzioni mantengono la salute della Posidonia;
  • La sua fotosintesi produce tanto ossigeno che è comparabile alla foresta dell’Amazzonia, perciò ossigena tutto l’ecosistema marino, mantenendo la buona salute degli organismi e le catene trofiche funzionando.

Sebenne non è una specie protetta al livello globale, nel nostro scalo locale è infatti una specie in ricupero – negli ultimi 50 anni la popolazione di Posidonia è diminuita nel 35% dovuto all’ancoraggio e pesca. I sforzi e le regole del parco preveniscono la sua distruzione giornaliera e stimulano la sua crescita.

Tutte queste ragioni giustificano fortemente la necessità di preservarla e proteggerla, essendo la Posidonia una delle specie più emblematiche del parco.